Una dieta disordinata può causare disturbi intestinali

  • Alimentazione

  4 min Read

Una celebre frase “siamo quello che mangiamo” racchiude tutto il significato di quanto sia importante mangiare cibi sani e ridurre al minimo il consumo di alimenti ricchi di grassi e di bevande zuccherate. “Variare spesso le scelte a tavola” è il principio su cui si basa una sana e corretta alimentazione, secondo le Linee Guida per una Sana Alimentazione.

L’alimentazione scorretta o dieta malsana è dovuta a diversi fattori, quali scelte alimentari sbagliate, eccessivo consumo di cibo cosiddetto “spazzatura”, disinformazione e diffusione di “fake news” sull’argomento; a tutto questo fa da contraltare uno stile di vita sempre più sedentario e un fabbisogno energetico sempre più ridotto. Gli esperti di nutrizione affermano che non esistono alimenti “buoni” o “cattivi”: cattiva o scorretta può essere definita solo un’alimentazione che esclude un alimento o un’intera categoria di alimenti senza un motivo preciso (come ad esempio, allergie o intolleranze correttamente diagnosticate) o che risulti troppo monotona. Una dieta di questo tipo può essere carente di molti nutrienti, soprattutto minerali e/o vitamine, anche se adeguata in termini di apporto energetico. Per queste ragioni, combinare tra loro in maniera corretta alimenti diversi significa evitare eccessi e carenze di energia e nutrienti.

Le conseguenze di un'alimentazione scorretta

Spossatezza

Sentirsi costantemente stanchi anche dopo un riposo notturno sufficiente.

Cambiamenti intestinali

La mancanza dei giusti nutrienti quotidiani inizierà a influenzare il tuo intestino, causando molto spesso disturbi duraturi come la sindrome dell'intestino pigro, la disbiosi e la disvitaminosi.

Carenza di batteri buoni

Una sana alimentazione fornisce tutte le sostanze nutritive necessarie per reintegrare i batteri buoni nell'organismo. La flora intestinale è una delle prime aree ad essere colpita quando c'è un deficit dei nutrienti, determinando disturbi intestinali quali diarrea, crampi e gonfiore.

Sbalzi d'umore

Una dieta povera di nutrienti influisce sulla capacità del corpo di regolare l'insulina, oltre ad aumentare l'infiammazione nel cervello. Il risultato è un peggioramento dell'umore, nonché un effetto amplificato su eventuali disturbi esistenti come la depressione.

Alimentazione e intestino: ecco 2 cose da tenere a mente

Il cibo gioca indirettamente un ruolo importante nel corretto funzionamento del corpo

Ci aiuta a mantenere una temperatura corporea costante e ad avere energia per svolgere le attività quotidiane (anche dormire). Queste funzioni sono fornite da grassi, zuccheri e, in misura minore, proteine.

Il cibo ci aiuta a riparare eventuali danni ai tessuti, nonché a costruire nuovi tessuti (ad esempio durante la crescita e la gravidanza). Queste funzioni sono svolte principalmente dalle proteine.

Gli alimenti ci consentono di avere difese immunitarie in grado di contrastare gli attacchi da parte di agenti esterni ed interni (come le infezioni). Questa funzione protettiva è svolta principalmente da proteine, vitamine e minerali.

Il cibo ci aiuta a svolgere le reazioni biochimiche di base per la vita (respirare, mangiare, digerire, muoversi, ecc.). Questa funzione regolatrice è guidata da proteine, vitamine, carboidrati, sali minerali e acqua.

Un'alimentazione scorretta è un fattore scatenante comune per i giovani

Tra i giovani è sempre più diffusa un’alimentazione scorretta e carente di nutrienti essenziali. Questo è riconducibile a svariate ragioni, tra cui:

Approccio sbagliato alla dieta fin dalla prima infanzia

Ribellione tipica dell’età che porta a preferire solo cibi “spazzatura”

Aspetti psicologici ed emotivi, in cui l’alimentazione riveste un ruolo particolare, soprattutto per le ragazze

Cattive abitudini alimentari come saltare la cena per dedicarsi ad altro come le uscite con gli amici

La piramide alimentare: ecco come scegliere un’alimentazione sana e corretta

La piramide alimentare è un modello che descrive un regime alimentare e un insieme di regole volte a gestire un’alimentazione sana e corretta. È uno strumento comunicativo sul ruolo e sulle qualità e quantità dei cibi che devono essere preferibilmente assunti nel rispetto della salute e qualità della vita. Ecco cosa devi sapere.